I punti salienti della Grecia
Da 1.289 €

I punti salienti della Grecia

Tour
Creato: venerdì 21 giugno 2024
Ref ID: 7735566
total price per person Da
1.289 €
Basato su 2 adulti
Creato: venerdì 21 giugno 2024
Itinerario
Tours
More pictures (4)

Giorno 1: Atene

Arrivo ad Atene


Giorno 2: Kamena Vourla

Atene - Pireo - Kamena Vourla
Atene è considerata la culla dell'arte e della cultura occidentale. Il Partenone, costruito come simbolo della gloriosa Atene antica, rimane oggi il monumento più emblematico della città. I lavori per la costruzione del tempio iniziarono nel 447 a.C. e, dopo nove anni di costruzione, la statua in oro e avorio di Atena fu eretta al centro del santuario. Nel corso dei secoli, il Partenone fu utilizzato come tempio, chiesa, moschea e arsenale e fu gravemente danneggiato. Oggi, dopo un'ampia ristrutturazione, si presenta in un nuovo splendore. Visitiamo l'Acropoli e facciamo una breve deviazione verso il porto del Pireo. Nel tardo pomeriggio ci dirigiamo a nord verso il Golfo di Eubea. Due notti nella zona di Kamena Vourla.


Giorno 3: Kamena Vourla

Kamena Vourla - Monasteri di Meteora - Termopili - Kamena Vourla
Visiteremo gli spettacolari monasteri che si aggrappano alle rocce come nidi d'aquila. I monasteri non solo offrivano protezione in tempi difficili, ma promettevano anche ai monaci un accesso speciale al cielo grazie alla loro posizione "strappata". Le torri naturali di arenaria di Meteora venivano utilizzate come rifugio religioso già intorno all'anno 1000. Nel XIV secolo, su una delle circa 1.000 guglie rocciose venne fondato il primo monastero, seguito da altri 23. A causa della loro posizione ardita, molti monasteri furono abbandonati nel XVIII secolo; oggi, monaci e monache vivono ancora in alcuni monasteri. Non si sa come i primi eremiti abbiano raggiunto la cima di queste pareti rocciose, ma presumibilmente hanno conficcato dei pali nelle strette fessure per trasportare i materiali da costruzione verso l'alto. Sulla via del ritorno all'hotel, ci fermeremo alle Termopili, dove il coraggioso re spartano Leonida e i suoi 300 guerrieri resistettero ai persiani, di gran lunga superiori. Nell'antichità il passo, che aveva una larghezza media di 15 metri, misurava solo pochi metri nei due punti più stretti. Oggi, a causa della sedimentazione, si è allargato di diversi chilometri.


Giorno 4: Corinto

Kamena Vourla - Delfi - Monastero di Osios Loukas - Golfo di Corinto
Nell'antichità Delfi era considerata l'ombelico del mondo. La gente veniva da tutto il mondo conosciuto per consultare l'oracolo e portare doni agli dei. Allora come oggi, i visitatori erano affascinati dall'atmosfera grandiosa del santuario. Abbiamo visitato il tempio di Apollo, le case del tesoro e il teatro. Nell'oracolo era possibile interrogare il dio Apollo, che parlava attraverso la sacerdotessa Pizia. Gli interroganti dovevano pagare una tassa e sacrificare un animale sull'altare. Un sacerdote trasmetteva poi la domanda alla Pizia. La Pizia rispondeva alla domanda in uno stato di trance grazie ai vapori provenienti da una fessura nella terra su cui era seduta su un tripode. I suoi incantesimi dovevano essere interpretati dai sacerdoti e spesso erano ambigui. Nel tardo pomeriggio visiteremo il complesso monastico di Osios Loukas, uno degli edifici medievali più importanti della Grecia. Il disegno ottagonale della chiesa principale divenne una caratteristica tipica della costruzione di chiese tardo-bizantine e i mosaici dell'interno portarono l'arte bizantina al suo ultimo grande apice storico-artistico. Hotel nel Golfo di Corinto.


Giorno 5: Lagadia

Golfo di Corinto - Olimpia - Lagadia
Il momento clou della giornata è la visita ai vasti scavi di Olimpia, sede dei Giochi Olimpici. Olimpia è stata un luogo di culto religioso e sportivo per 1.000 anni. Del Tempio di Zeus rimangono solo frammenti, ma la sua grandezza è evidente dalla quantità di questi reperti. Il calcare conchilifero locale, poroso, era il materiale da costruzione del santuario. Sebbene tutte le superfici visibili fossero ricoperte di stucco di marmo, le sculture in pietra erano eseguite con grande precisione. Il tempio ospitava l'immagine di culto di Zeus, alta 13 metri e opera del famoso artista Fidia, che nell'antichità era considerata una meraviglia del mondo. Anche l'officina di Fidia è ancora visibile: i resti visibili appartengono ai resti di una chiesa bizantina. Nel museo ci innamoreremo del famoso Hermes di Prassitele, un capolavoro della scultura antica. Pernottamento nella zona di Lagadia.


Giorno 6: Isthmia

Lagadia - Sparta - Mistras - Isthmia
Attraversiamo il lodato paesaggio dell'Arcadia, passiamo per la non meno famosa Sparta e arriviamo infine all'interessantissima città in rovina di Mistras: sorge su un promontorio nelle aspre montagne del Taygetos. Fondata dai Franchi nel 1249, passò presto nelle mani di Bisanzio e crebbe fino a raggiungere i 20.000 abitanti. Nel XV secolo, la città attirò studiosi e artisti da tutto il mondo bizantino. Faremo una visita approfondita dell'antico centro della cultura bizantina. Le numerose chiese, i palazzi e i magnifici edifici sono degni di ammirazione. Particolarmente degne di nota sono le decorazioni delle chiese, i cui affreschi color pastello e dettagliati mostrano l'influenza del Rinascimento italiano. 2 notti nella regione di Isthmia.


Giorno 7: Isthmia

Isthmia - Micene - Epidauros - Isthmia
Viaggio a Micene, il leggendario castello di Agamennone con la Porta dei Leoni e le tombe a volta scavate da Schliemann. Nelle epopee omeriche Micene è raffigurata come una potenza mondiale preistorica. Allo stesso tempo, intorno alla dinastia degli Atridi che governava Micene si intrecciano oscure storie di cronaca nera. Heinrich Schliemann era convinto che queste saghe avessero un nucleo storico e fu premiato per la sua instancabile ricerca: pur non scoprendo la "Micene" poetica dei suoi eroi omerici, scoprì una Micene reale, aprendo così una nuova dimensione storico-archeologica. Concludiamo la giornata a Epidauros, il cui teatro "classico", quasi perfetto, ha un'acustica unica. Il visitatore non deve però dimenticare che nell'antichità Epidauros godeva di fama mondiale come "sanatorio religioso" e il santuario di Asklepios era famoso in tutto il mondo. Il teatro è uno dei più grandiosi edifici dell'antichità classica ancora in piedi. Chiunque si sieda nelle gradinate semicircolari ricorderà, oltre all'acustica fenomenale, la sensazione di sicurezza e di connessione con l'intera sala. Purtroppo, dell'antico centro di guarigione e di culto sono rimasti solo alcuni resti dell'edificio. Oltre al tempio principale, alla palestra e alle terme, è particolarmente interessante la sala di riposo per il sonno di guarigione dei malati. Qui i malati venivano curati dormendo molto; la fede nell'alta autorità medica del santuario operava veri e propri miracoli.


Giorno 8: Atene

Istmia - Corinto - Atene
Dopo la colazione, visiteremo gli scavi dell'antica Corinto: la favorevole posizione strategica sul Golfo di Corinto fece di Corinto una delle più potenti città-stato della Grecia già in epoca classica. La moneta corinzia e gli standard ponderali corinzi si diffusero ben oltre il dominio della città. Ceramiche e armi corinzie, ma anche beni di lusso come i profumi, venivano venduti in tutto il Mediterraneo. Inoltre, Corinto era la città della cultura e dell'arte, dove non solo si promuoveva l'artigianato d'eccellenza, ma anche la letteratura e la musica innovative trovavano il loro pubblico. Ciò che si può vedere oggi sul sito in rovina risale essenzialmente al periodo romano-imperiale e tardo-antico. Solo gli edifici del teatro e la fontana, in parte scavati nella roccia, risalgono al periodo greco della città. Vediamo, tra l'altro, la Fontana di Glauke, i resti del monumentale Tempio di Apollo, l'Agorà e il Santuario degli Oracoli. La strada lastricata di marmo e fiancheggiata da portici che conduce dalla piazza del mercato al porto di Lechaion dà ancora una magnifica impressione dello splendore della città imperiale. Qui si trova anche il più grande spettacolo dell'antica Corinto, la Fontana Peirena: il complesso rappresentativo di edifici finanziati da Erode Attico è un eccellente esempio di architettura adrianea. Le pareti in conci di calcare, oggi visibili, erano ricoperte da lastre di marmo colorato, i pavimenti erano decorati con mosaici.


Giorno 9:

Partenza

total price per person Da
1.289 €
Basato su 2 adulti
Modifica il viaggio
Verifica le tariffe / Conferma
Riepilogo del viaggio
2 Adulti
notti 8
Questa idea include
Destinazioni 4
Alloggi 5
Tours 1
Riepilogo del tour
Lingue guida
Español
Italiano
Incluso
Servizi:
- Sistemazione in hotel selezionati 3* o 4* in mezza pensione.
- Guida di lingua italiano per tutta la durata del viaggio.
- Tasse di soggiorno

Biglietti d'ingresso inclusi:
- Atene, Acropoli
- 1 Monastero di Meteora
- Delfi
- Monastero di Osios Loukas
- Olimpia
- Mystras
- Micene
- Epidauro
- Corinto
Escluso
- Trasferimento da/per aeroporto
- Biglietti aerei
- Assicurazione di viaggio
- Tutto quello che non è indicato come incluso
Sistemazioni previste

Categoria Guida in lingua italiana

- Hotel Novus City 4*
- Mitsis Galini Wellness Spa & Resort 5*/Domotel Anemolia Hotel 4*
- Alkyon Hotel and Spa 4*
- 4 Seasons Hotel Lagadia Arcadias Peloponnese
- Kalamaki Beach Resort 4*/Hotel King Minos 4*

Categoria Spanish Speaking Guide

- Hotel Novus City 4*
- Mitsis Galini Wellness Spa & Resort 5*/Domotel Anemolia Hotel 4*
- Alkyon Hotel and Spa 4*
- 4 Seasons Hotel Lagadia Arcadias Peloponnese
- Kalamaki Beach Resort 4*/Hotel King Minos 4*

Le nostre idee di viaggio

Qui puoi vedere esposte le nostre idee di viaggio

Altre idee
Contattaci